Prologis Park Lodi: Il primo PARKlife™ in Italia

PROLOGIS PARK LODI

Opportunità

CEVA Logistics è uno dei principali operatori logistici a livello mondiale. Caratterizzato da una strategia non-asset based, propone soluzioni all’avanguardia per aziende di grandi e medie dimensioni, nazionali e multinazionali. In Italia opera da diversi parchi logistici uno dei quali è il Prologis Park Lodi che si estende su una superficie di trecento mila metri quadrati. Il Parco ospita cinque edifici all’interno dei quali CEVA Logistics gestisce da oltre 10 anni, lo stoccaggio, il trasferimento, le attività di e-commerce e la spedizione delle merci, quali ad esempio pneumatici, apparecchi elettromedicali, abbigliamento, parti di ricambio per conto di diversi clienti.  

La sfida

A seguito della crescita delle attività e del numero di frequentatori del Prologis Park Lodi, CEVA Logistics sentiva la necessità di migliorare le condizioni ambientali e lavorative all’interno del parco. Questa esigenza ha trovato risposta in PARKlife™, la nuova filosofia di parco logistico sviluppata da Prologis a livello mondiale. A inizio 2021 le due aziende hanno deciso di implementare la prima iniziativa pilota di PARKlife™ in Italia proprio presso il Prologis Park Lodi.

Soluzione

PARKlife™ rappresenta un cambio di paradigma nello sviluppo dei parchi logistici di Prologis. L’obiettivo è quello di pensare al parco logistico sempre più come un luogo di socializzazione, un piccolo centro urbano dove è possibile trovare una serie di servizi che vanno ad arricchire la giornata lavorativa: dal trasporto pubblico alle attività possibili nel tempo libero ad occasioni di incontro. 

L’intervento presso il Prologis Park Lodi ha seguito un’approccio "agopuntura", ovvero l’idea di affrontare il complesso sistema logistico come se fosse un organismo con degli interventi mirati nei punti nevralgici. Attraverso l’intreccio di psicologia ambientale, neuroscienze, architettura, urbanistica, paesaggistica, sono state individuate le criticità di tipo urbanistico ed edilizio-architettonico che producono effetti negativi sulle condizioni di salute psicofisica delle persone, e i risultati sono stati applicati alle caratteristiche specifiche della piattaforma logistica, trasformando le esigenze umane in progetto. Con l’obiettivo di portare una maggiore autenticità, una migliore vivibilità, un senso di benessere e di appartenenza negli ambienti. 

All’interno del parco sono state realizzate per i dipendenti e per gli autisti degli automezzi zone relax e di servizio, aree ristoro, aree svago e camminamenti pedonali. Alcuni spazi sono stati convertiti ad aree verdi, introducendo piante ad alto fusto dai cromatismi diversi che riequilibrano gli spazi e l’ambiente creando così un naturale dialogo con le opere di urban art che sono state invece realizzate sugli edifici. 8 urban artist di fama internazionale hanno utilizzato i quaranta mila metri quadrati di facciate degli edifici e le pareti esterne dei serbatoi d’acqua come tele per realizzare opere inedite, progettate per inserirsi armoniosamente nel contesto architettonico e ambientale. Tutto questo per rendere il parco più bello e attraente.

Per pesare e misurare l’impatto dei vari elementi dello spazio sul benessere psicofisico dei lavoratori è intervenuto anche un team dell’Università Cattolica. Capire quali elementi si rivelano più funzionali al benessere psicofisico di chi lavora permetterà di individuare le soluzioni più gradite ed efficaci per poi adottarle in altri parchi logistici Prologis in Italia.

Lezione

Grazie alla nuova filosofia PARKlife™, Prologis si concentra non solo sulle esigenze del cliente ma anche su quelle dei suoi dipendenti. Prologis guarda inoltre ai parchi esistenti, per intervenire e valorizzarli introducendo nuovi servizi, per creare un ambiente di lavoro più accogliente. Questo contribuisce a creare parchi logistici più gradevoli, esteticamente più belli, orientati al benessere di chi vi lavora e permette alle aziende clienti di attrarre e ritenere i talenti dei quali necessitano per perseguire i propri obiettivi di crescita e sviluppo.

Casi Analoghi

Milano
Milano DC1: La logistica urbana al servizio della GDO

Milano DC1: La logistica urbana al servizio della GDO

Opportunità

Un importante operatore italiano della grande distribuzione organizzata che opera nell'Italia settentrionale e centrale con con oltre...

TWO BUILD-TO-SUIT FOR SDA IN BOLOGNA
Due nuove piattaforme logistische per SDA a Bologna

Due nuove piattaforme logistische per SDA a Bologna

SDA, il servizio di corriere espresso di Poste Italiane, necessitava di due piattaforme logistiche in posizione strategica per servire le esigenze...