Consegnata a DB Schenker nuova piattaforma logistica all’Interporto di Bologna

Bologna

Nei giorni scorsi abbiamo consegnato a DB Schenker Italia, nostro cliente storico presso l’Interporto di Bologna, un secondo immobile “build to suit” di Classe A.

Il DC19 si sviluppa in un’area coperta di 6.250 metri quadrati, 5.750 metri quadrati dei quali destinati a magazzino e 500 circa a uffici. L’edificio ha un’altezza interna di 12 metri sotto trave e pavimento con portata di 5 tonnellate per metro quadrato. La protezione antincendio di un magazzino costituisce una grossa sfida, perché, in genere, sono edifici con un elevato carico d'incendio. Oltre alla merce, contengono altri elementi che facilitano la propagazione delle fiamme. Per ridurre al minimo i rischi, i magazzini devono essere dotati di sistemi di prevenzione, rilevamento ed estinzione delle fiamme.

In questo caso, il cliente ha richiesto, a fronte della tipologia di merce stoccata, la realizzazione di un particolare sistema antincendio con sprinkler posizionati ai livelli intermedi degli scaffali.

Nella sua parte esterna il nuovo immobile logistico è dotato di 8 portoni, 6 baie di carico, 2 postazioni di carica per le auto elettriche, 1 per le bici. L’area circostante l’edificio è stata piantumata a verde e prevede bacini di raccolta delle acque piovane. 

La sostenibilità dell’immobile, che dispone delle certificazioni LEED®  Silver e ISO 14001, è assicurata anche dall’installazione di impianti di illuminazione a LED e da un impianto fotovoltaico da 15KWp a servizio degli uffici. Inoltre, il sistema BMS (Building Management System) consentirà di gestire in maniera integrata tutte le funzioni tecnologiche dell’edificio comprendendo illuminazione, consumo energetico e sistema VRV (Variant Refrigerant Volume) per regolare la temperatura interna ai locali e la velocità di ventilazione. 

Il nuovo edificio realizzato chiavi in mano in nove mesi da GSE Italia è stato progettato con la modellizzazione BIM (Building Information Management). Si tratta del secondo edificio completamente digitalizzato realizzato da Prologis all’Interporto di Bologna.

"Sono particolarmente contenta di aver consegnato il mio primo immobile ad un cliente così importante. Sono soddisfatta della collaborazione instauratasi con DB Schenker, i team coinvolti nel progetto, dal sostegno ricevuto dai miei colleghi Davide Rosina e Giacomo Gambaiani” ha affermato Francesca Parnanzone, operations construction manager Prologis Italia. “Siamo riusciti a consegnare un immobile moderno, di alta qualità, nei tempi e nei budget stabiliti, con un occhio sempre attento alla sostenibilità. I progetti che stiamo sviluppando all’Interporto di Bologna vanno oltre la costruzione di edifici per la logistica e sono motivo di grande soddisfazione”, ha commentato Sandro Innocenti, senior vice president e country manager di Prologis Italia.

Argomenti Correlati